Sjur Røthe colpisce ancora in skating. De Fabiani nei 30

08 Dicembre 2018
(3 Voti)
Author :  

E' un inizio di stagione spettacolare per Sjur Røthe. Dopo aver vinto la 15km skating e concluso il Triple di Lillehammer al 2° posto, il norvegese vincitore della leggendaria 50km di Oslo-Holmenkollen nel 2015, ha fatto sua anche la 30km di Beitostølen. Sempre in tecnica libera, il trentenne ha dominato la gara con una formidabile progressione dopo il ventesimo chilometro. 

La doppietta norvegese si è concretizzata con il primo podio stagionale di Martin Johnsrud Sundby, rimasto in scia al connazionale fino a metà gara. Alla fine il distacco si è alzato a 35"2 e poteva essere ancora più alto se il vincitore non avesse controllato negli ultimi chilometri. Røthe ha dichiarato che l'obiettivo di questo inizio di stagione era conquistare il posto per la 50km iridata di Seefeld; vedremo se nella 15km di Davos della settimana prossima avrà ancora fame.

La Russia continua a lanciare nomi nuovi di alto livello. Andrey Melnichenko, classe 1992, conquista il primo podio in carriera, 3° a 49"2, dopo aver già interpretato da protagonista le gare di Lillehammer della settimana scorsa. Al 4° posto, dopo la revoca della squalifica per doping, ritorna ad alto livello una vecchia conoscenza come Evgeny Belov.

Solo Norvegia e Russia, che domani si giocheranno la vittoria in staffetta, nelle prime dieci posizioni. 5° il bronzo olimpico di skiathlon Hans Christer Holund, 6° il leader russo, in attesa del rientro di Evgeny Ustiugov, Alexander Bolshunov, 7° il campione olimpico dello skiathlon, argento nella gara skating più breve ma affine a questa, Simen Hegstad Krüger, 8° Denis Spitsov, nonostante problemi di stomaco durante il tragitto, 9° Magne Haga (fratello della campionessa olimpica Ragnhild), 10° Didrik Tønseth dopo aver lottato per il podio fino a metà gara. Primo del resto del mondo il francese Clement Parisse 11°.

L'Italia schierava quattro atleti ai quali si chiedeva di testarsi in una gara estremamente difficile. Francesco De Fabiani coglie un buon 24° posto, frutto di una condotta di gara intelligente, che serve a testarsi sulla distanza a cronometro nella tecnica meno amata. Una buona gara per fare esperienza. 32° Mirco Bertolina, partito fra i primi, giunto vicinissimo alla zona punti. Un buon esordio. Più lontano il fiemmese Stefano Gardener, 43°, ancora indietro di condizione Giandomenico Salvadori, 53°. Domani le staffette.

Erano assenti nomi importanti come Johannes Klaebo, che tornerà in gara a Davos, e il leader di Coppa del Mondo Emil Iversen, ora terzo a 328, che ha perso la leadership della classifica generale a favore di Bolshunov che torna in giallo con 361 punti davanti a Røthe 329. 18° e 19° Federico Pellegrino e Francesco De Fabiani, quota 96, ex aequo.

Classifica 30km TL uomini

(a breve report completo e classifica)

 

Top