Fondo: Kikkan Randall e la sua battaglia contro il cancro

13 Ottobre 2018
(2 Voti)
Author :  
Nordic Focus

L'olimpionica americana Kikkan Randall continua la sua battaglia suscitando sentimenti di ammirazione e vicinanza per la determinazione con la quale affronta il cancro al seno scoperto quest'estate.

Intervistata da Skitrax il giorno dopo il quinto ciclo di chemioterapia, la tre volte vincitrice della Coppa sprint ha mostrato una spirito combattivo in attesa del sesto e conclusivo ciclo previsto per il 22 ottobre.

Generalmente mi sento bene quando devo affrontare la chemio e anche il giorno successivo. Successivamente provo un senso di malessere che dura qualche giorno, ma riesco tuttavia a tenermi impegnata e svolgere qualche leggero esercizio fisico”

Randall e famiglia si sono trasferiti a Penticton (British Columbia) nella passata primavera ma non le è stata attività la copertura dell'assistenza medica. E' dovuta quindi tornare ad Anchorage (Alaska) per le terapie. Questo mese è stata impegnata al fianco dell'organizzazione locale Strides Against Breast Cancer per una raccolta fondi legata ad una corsa e camminata.

Mi sono intrattenuta a parlare con tutti e poi ho corso per 5 chilometri. Da quando ho reso pubblico ciò che mi sta accadendo, ho ricevuto grande supporto e incoraggiamento, anche dagli sponsor. Con Rudy Project abbiamo lanciato un'edizione limitata di occhiali il cui ricavato andrà all'organizzazione Aktiv Against Cancer ”

Randall si è ritirata dallo sci di fondo di alto livello in primavera dopo aver coronato una grandissima carriera con l'oro olimpico nella Team Sprint di PyeongChang in coppia con Jessica Diggins. Curiosamente il legame con Aktiv Against Cancer andava avanti da molti anni e l'organizzazione voleva premiarla questo autunno in occasione della maratona di New York. Il legame è diventato ancora più stretto dopo la sfortunata diagnosi.

Durante il primo ciclo di chemio mi sentivo veramente abbattuta trascorrendo il mio tempo sul divano. Quindi ho deciso di fare uno sforzo e vedermi con degli amici per una camminata. Dopo quattro ore fuori non mi sentivo bene, ma è stato bello tenere la mente impegnata. Da lì ho cominciato a sentirmi meglio in generale: correre, andare in bici e sciare mi aiuta ad affrontare la vita come se non avessi il cancro poi quando torno a casa, tolgo il casco e vedo che sono senza capelli tutto mi riporta alla situazione che sto vivendo”

Dopo il 22 ottobre “Kikkanimal” si opererà e comincerà a preparare il suo futuro da ex atleta. Pensa comunque di prendere parte a gare in Europa e Cina. L'estate prossima probabilmente correrà la maratona e riprenderà la mountain bike.

Dalla redazione di SKITIME un grande abbraccio e in bocca al lupo!

Fonte: skitrax.com

Top