Fondo: lo skiathlon femminile apre le danze ai Giochi olimpici

08 Febbraio 2018
(2 Voti)
Author :  

Lo sci di fondo olimpico entra in scena con lo skiathlon femminile di 15 chilometri (7,5km TC + 7,5km TL) in programma nella mattinata di sabato alle ore 8.15 italiane.

Numerose le pretendenti al successo finale e di conseguenza alle medaglie. La Norvegia parte come grande favorita in quanto può contare nelle proprie fila su atlete del calibro di Heidi Weng, Ingvild Flugstad Oestberg e la fuoriclasse Marit Bjoergen, vincitrice di 6 ori, 3 argenti ed 1 bronzo nelle passate edizioni dei Giochi che ne fanno la seconda atleta più titolata di questo sport alle spalle del connazionale Bjorn Daehlie. Diverse le outsider di lusso che proveranno a contrastare lo strapotere delle vichinghe: l’americana Jessica Diggins è reduce da un fantastico successo nell’ultima tappa di Coppa del Mondo sulle nevi di Seefeld e conoscendo il carattere darà sicuramente filo da torcere, cosi come la svedese Charlotte Kalla, assente al pari di Bjoergen in molte occasioni durante la stagione in corso per preparare al meglio questo appuntamento. Difficile ma non impossibile la conquista di un metallo prezioso da parte della finlandese Krista Parmakoski, dell’austriaca Teresa Stadlober e qualora fosse della partita (favorita n. 1 per le prove sprint) dell’altra svedese Stina Nilsson.

Ambizioni da top 15 per quel che riguarda la più quotata delle azzurre, la valdostana Elisa Brocard. Difficile pensare ad un piazzamento tra le migliori dieci in un momento molto difficile per il nostro movimento. L’atleta dell’esercito rappresenta la nostra carta migliore per le prove distance ed è un gran punto di riferimento anche al di fuori della pista per le atlete più giovani che si prestano ad affrontare la prima esperienza a cinque cerchi.

Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…